SCANDALO NOVARTIS, ENNESIMA CONFERMA DEL MOSTRUOSO GROVIGLIO DI INTERESSI CHE RUOTANO INTORNO ALLA SANITÀ. SACCONI-GIORGETTI NON HANNO NULLA DA DIRE ?

4- SCANDALO NOVARTIS, ENNESIMA CONFERMA DEL MOSTRUOSO GROVIGLIO DI INTERESSI CHE RUOTANO INTORNO ALLA SANIT└ (LA COPPIA SACCONI-GIORGETTI NON HA NULLA DA DIRE?)C'Ŕ un uomo che ha trascorso un brutto weekend. Si chiama Fabrizio Oleari, Ŕ nato a Mantova 60 anni fa e ha sempre avuto le mani in pasta nella SanitÓ dove fin dal 1978 ha cominciato a operare presso l'universitÓ di Milano come specialista in malattie infettive. La sua carriera lo ha portato nel corso degli anni a ricoprire vari incarichi presso aziende per i servizi sanitari e al ministero della Salute dove Ŕ sbarcato nel 1997.Qui si Ŕ sempre mosso sul fronte della prevenzione sanitaria ed Ŕ lui l'uomo che il 21 agosto dell'anno scorso ha firmato il contratto di acquisto dei vaccini contro la pandemia. La sua firma appare in calce al documento di 11 pagine insieme a quella di Francesco Gulli, un manager che ha studiato al Politecnico di Milano e all'universitÓ di Pisa ed Ŕ diventato amministratore delegato di Novartis Vaccines.Sono loro i due personaggi sui quali si sono accesi i riflettori per lo scandaloso contratto tra il ministero del Welfare e la multinazionale svizzera. Adesso le pagine di quel contratto per il quale Novartis ha incassato 184 milioni di euro girano sui siti internet, ma ci sono voluti parecchi mesi prima che qualcuno si accorgesse della mostruosa forzatura prevista nell'accordo segreto.Anche Dagospia aveva richiamato l'articolo apparso il 5 gennaio sul sito www.lavoce.info in cui la professoressa sarda Nerina Dirindin faceva a pezzi il comportamento incredibile del ministero che in nome dell'emergenza terroristica ha affidato senza gara il "pacco" alla Novartis. Un pacco che, oltre ad essere una bufala Ŕ pieno di soldi, e sembra destinato a esplodere come il "caso dell'anno".╚ l'ennesima conferma del mostruoso groviglio di interessi che ruotano intorno alla SanitÓ, il pozzo nero dove si ritrovano le vergini baresi di Tarantini e riappaiono i fantasmi di Francesco De Lorenzo (l'ex-ministro della Salute) e lady Poggiolini.Qualcuno comincia a chiamare in causa le responsabilitÓ politiche del ministro Sacconi, uno degli esponenti che ieri insieme a Frattini e Brunetta ha lacrimato sulla tomba di Hammamet. E c'Ŕ anche chi in modo malizioso collega il politico con la sua compagna di vita, Enrica Giorgetti, la donna che ha cominciato a sgambettare in Montedison nell'82 poi ha lavorato in Confindustria e in Autostrade fino a diventare nel luglio di quattro anni fa direttore generale di Farmindustria.Non saranno loro i capri espiatori di questa bufala che ha eccitato i magistrati della Corte dei Conti. C'Ŕ da scommettere che nei prossimi giorni sarÓ fatto un taglio netto tra le responsabilitÓ politiche e quelle tecniche dove in prima linea si trova il direttore generale del ministero Fabrizio Oleari.

18/01/2010

Documento n.8419

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 x 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK