ADUSBEF - Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari Finanziari Postali e Assicurativi

Adusbef ADUSBEF

Ultimi aggiornamenti [visualizza tutti]
 

Ti trovi in: Articoli e studi » Finanze » 
PuntO. Attenzione. Prezzo del rame e valore dei centesimi di euro: una notizia falsa.

Il PuntO. Attenzione. Prezzo del rame e valore dei centesimi di euro: una notizia falsa.

Di Mauro Novelli 12.5.2006


Nell’ultimo anno il prezzo del rame si è impennato. A frante dei nuovi valori, le monete che vengono battute in quel metallo hanno acquisito un alto valore intrinseco, in alcuni casi ben superiore al valore facciale. Tra queste, ad esempio, la monetina britannica da 2 pence di valore nominale ingloba una quantità di rame che vale 3 pence. Si potrebbe fonderle, vendere il metallo e guadagnare la differenza.
Sta girando la falsa notizia che anche le nostre monetine da 1, 2 e 5 centesimi di euro sarebbero di rame e che potrebbero avere un valore intrinseco superiore ai rispettivi valori facciali.
Niente di più falso: le nostre prime tre monetine non sono di rame, ma semplicemente placcate in quel metallo. Basta fare la prova con una calamita: le monete da 1, 2 e 5 centesimi sono attratte dal magnete, quindi devono essere composte da un’anima di ferro (o di altro metallo magnetizzabile) e da una placcatura ramata. Se le nostre monetine fossero di rame non verrebbero attratte perché il rame è metallo non magnetizzabile, quindi insensibile alla calamita.
I pochi micron di metallo rosso non giustificano, pertanto, una tesaurizzazione.
Comunque, la Banca d’Inghilterra ricorda ai sudditi di sua mestà ed ai possessori di pennies che fondere monete è fuori legge.

12/05/2006

Documento n.4595

Documenti online: 7044
Comunicati stampa | Rassegna stampa | Articoli e studi | Sentenze e testi di legge | Consigli e guide | Moduli e lettere tipo | Altri documenti
Ricerca:

Dicono sul forum...

Vai al forum