NEWSLETTER IOSONORIGINALE N. 8 - OTTOBRE 2016

Newsletter realizzata nell'ambito del progetto 'Io sono originale', promosso dalle Associazioni di consumatori e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico - U.I.B.M.

Per maggiori informazioni: www.uibm.gov.it

Newsletter n°8 - Ottobre2016
DALLA PARTE DEL CONSUMATORE
CONTRO LA CONTRAFFAZIONE

FLASH MOB E ROAD SHOW: ECCO I NUOVI APPUNTAMENTI

I flash mob “Io Sono Originale” hanno continuato ad essere protagonisti ad ottobre: l'ultimo si è svolto il 28 a Catania e per novembre altre piazze italiane si animeranno con balli collettivi per dire no al falso. Il 6 novembre sarà la volta di Napoli, dal 7 all'11 novembre sono previsti eventi a Prato, Bari, Roma.
Il 9 a Bari torna anche il road show con l'allestimento di uno spazio espositivo: gli operatori specializzati offriranno materiale informativo e il pubblico potrà assistere ad un divertente spettacolo teatrale, ricevere in omaggio gadget 'Io Sono Originale' e cimentarsi in un gioco memory. Chieti (il 10), Pistoia (l'11), Bologna (il 12) e Reggio Emilia (il 13) sono altre tappe in programma del tour on the road.
In occasione della Fiera “ABCD”, appuntamento nazionale di riferimento per il mondo della scuola, della formazione e dell'educazione il road show (14 novembre) e il flash mob (16 novembre) si spostano a Genova. Il 19 novembre, a Milano nell'ambito della Fiera internazionale “G come Giocare” ci sarà un flash mob per sensibilizzare i cittadini sul grave problema della contraffazione dei giocattoli.
Per offrire assistenza e informazione specifica sulla lotta al falso si segnala inoltre che a Roma è sempre attivo lo sportello in via di Santa Croce in Gerusalemme, 83.
Nell'ambito del progetto, saranno realizzate a breve anche due app con gioco a premi e indagini sul fenomeno.
Tutte le informazioni sui tour e sulle iniziative di “Io Sono Originale” sono su Facebook, Twitter e Instagram e sulla pagina dedicata al progetto presente sul sito del Ministero dello Sviluppo economico - Direzione generale per la lotta alla contraffazione Ufficio italiano brevetti e marchi.

CONTRAFFAZIONE ONLINE: OSCURATI OLTRE 170 SITI CHE VENDEVANO PRODOTTI CONTRAFFATTI E NOCIVI PER LA SALUTE
Il nucleo Antitrust della Guardia di Finanza ha recentemente attuato il provvedimento emesso dall'AGCM (Autorità Garante delle Concorrenza e del Mercato) che disponeva l'oscuramento di più di 170 siti web che in Italia commercializzavano merce contraffatta di diverse marche famose, soprattutto appartenenti al settore del lusso. Questa operazione per AGCM è la più grande mai condotta nei confronti della contraffazione online.
Sui siti web oscurati dall'Antitrust si vendevano oggetti di lusso dai materiali cancerogeni, nonché occhiali da sole che riportavano falsi marchi, pericolosi perché presentavano filtri UV non a norma, bigiotteria e orologi firmati, prodotti con una composizione metallica spesso causa di allergie e bruciature.
Si vendevano, inoltre, scarpe contraffatte di grandi marchi, anche per bambini, che presentavano alte percentuali di cromo esavalente (una sostanza altamente cancerogena) e copie contraffatte di abiti delle griffes più note, spesso tinti con sostanze chimiche nocive.
Alla luce di questi gravi illeciti invitiamo i cittadini a stare in guardia, gli indizi per capire se un sito web vende prodotti contraffatti sono molti e riguardano soprattutto le incongruenze tecniche e burocratiche nell'acquisto, come prezzi troppo bassi, spedizioni provenienti da paesi asiatici, testi delle e-mail con errori grammaticali.

Fonte: Corriere Comunicazioni
IN AUMENTO LE MERCI CONTRAFFATTE SEQUESTRATE NELLA UE

Nel 2015 sequestrati circa 5 milioni di articoli contraffatti in più rispetto al 2014. L'aumento in percentuale è stato del +15%. Lo hanno reso noto le Autorità doganali dell'Unione europea nella loro Relazione annuale. La Relazione riporta le categorie delle merci contraffatte, i Paesi di origine, i diritti di proprietà intellettuale violati e le modalità di trasporto utilizzate.
In cima alla classifica dei prodotti contraffatti sequestrati troviamo le sigarette (27%), seguite dai prodotti di uso quotidiano potenzialmente pericolosi per i consumatori nel loro complesso rappresentati dagli alimenti e bevande, dai prodotti per l'igiene personale, dai farmaci, dai giocattoli e dagli elettrodomestici, nella misura del 25,8%.
Per quanto riguarda invece i Paesi di origine delle merci contraffatte sequestrate, la maggior parte di esse provengono dalla Cina (41%), seguita da Montenegro, Hong Kong, Malaysia e Benin.
In particolare:
  • le sigarette provengono dal Montenegro
  • prodotti alimentari dal Benin
  • bevande alcoliche dal Messico
  • altre bevande dal Marocco
  • capi d'abbigliamento dalla Turchia
  • prodotti di elettronica da Hong Kong
  • farmaci dall'India
  • prodotti per l'igiene personale dalla Malaysia.
Nonostante il prezioso ed eccellente lavoro svolto dalle Autorità, il mercato dei prodotti falsi, purtroppo, non accenna a diminuire. Pertanto l'allerta sia delle istituzioni sia dei consumatori deve rimanere alta.

Fonte: Autorità Doganali dell'Unione Europea
CONFERENZA INTERNAZIONALE SULLA LOTTA AL CRIMINE FARMACEUTICO

Si è svolta a Roma lo scorso 14 ottobre la Conferenza Internazionale sulla lotta al crimine farmaceutico promossa dal progetto Fakeshare II, iniziativa europea che vede coinvolti l'AIFA e la Commissione europea, co-finanziatrice del progetto.
Il crimine farmaceutico sta mutando e si sta facendo sempre più aggressivo, arrivando a catturare nella sua rete anche i farmaci antitumorali, antivirali e salvavita. Di conseguenza, anche gli strumenti per la lotta a questo fenomeno devono affinarsi ed essere resi più efficaci.
Di queste tematiche si è discusso nel corso della conferenza. Sono state messe in evidenza le nuove caratteristiche della criminalità farmaceutica; in particolare la fitta rete di furti, distributori illegali e commercio sommerso dislocata in diversi paesi che permette di eludere i controlli e di far sì che i farmaci falsificati arrivino nelle mani dei consumatori. A ciò si aggiunga il ruolo giocato dal web, mezzo attraverso cui vengono acquistate sempre più di frequente le specialità medicinali; spesso infatti finiscono in rete, magari su siti non autorizzati, farmaci contraffatti.
Occorre quindi migliorare le armi e gli strumenti di lotta ad un fenomeno ormai molto preoccupante che può mettere in serio pericolo la salute dei cittadini.

Fonte: Aifa
VUOI SAPERNE DI PIU' SUI PRODOTTI CONTRAFFATTI? CI SONO I VADEMECUM!
Scaricali subito, gratuiti e di facile consultazione sono un valido strumento per riconoscere i prodotti 'taroccati'. Dalle apparecchiature informatiche agli occhiali, dall'abbigliamento ai cosmetici, informarsi è in un clic!
ALESSANDRIA – UNA DOMENICA ALL'INSEGNA DELL'ANTICONTRAFFAZIONE
Una domenica all'insegna del calcio e dell'anticontraffazione quella che ha caratterizzato Alessandria il 23 ottobre 2016.
La guardia di Finanza ha sequestrato oltre 500 articoli falsamente “griffati” e riproducenti il logo dell'Unione Sportiva Alessandria 1912 venduti da un gruppo di persone presso lo stadio Moccagatta ad Alessandria.
Denunciate le tre persone responsabili dei reati di ricettazione e contraffazione. In tali contesti il rischio di sanzioni amministrative pecuniarie da 100 a 7.000 euro e della confisca amministrativa dei prodotti acquistati, ricade anche sugli acquirenti finali.
“La contraffazione” dichiarano le Fiamme Gialle “crea inoltre un grave danno al sistema economico nazionale sotto molteplici profili, non ultimo quello afferente alla perdita di posti di lavoro nelle aziende che operano nella legalità e subiscono una concorrenza sleale”.
Twitter
Twitter
Facebook
Facebook
Instagram
Instagram
Website
Website