BANCHE, DEGNE MIGLIOR CAUSA LAGNE CONTRO BCE SU NPL, CREDITI ALLEGRI CONCESSI AMICI E COMPARI, DOPO AVER SEMPRE NASCOSTO LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO. PERCHE' VISCO E PADOAN,NON PROTESTARONO CONTRO BAIL-IN? ALCUNE DICHIARAZIONI TEMERARIE DI PADOAN

COMUNICATO STAMPA

BANCHE, DEGNE MIGLIOR CAUSA LAGNE CONTRO BCE SU NPL, CREDITI ALLEGRI CONCESSI AMICI E COMPARI, DOPO AVER SEMPRE NASCOSTO LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO. PERCHE' VISCO E PADOAN,NON PROTESTARONO CONTRO BAIL-IN? ALCUNE DICHIARAZIONI TEMERARIE DI PADOAN

Degne di miglior causa le proteste contro la Bce sul ‘macigno', così definito dal presidente Abi Antonio Patuelli, caduto sul sistema bancario in merito alla stesura dell'addendum messo in consultazione da Francoforte, per inasprire le norme destinate a gestire le sofferenze bancarie, che si è persino rivolto al presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta Casini, che non azzeccandoci nulla, ha così palesato con la clamorosa gaffe, la combine.

In trasferta a Bruxelles col cappello in mano, il Governatore Bankitalia Visco, ed il ministro dell'Economia Padoan, protestarono contro l'esproprio criminale del risparmio denominato bail-in, che ha messo in mezzo ad una strada centinaia di migliaia di famiglie azzerate vittime del salva-banche, mentre oggi tutti si stracciano le vesti all'unisono, sindacati, Confindustria, Bankitalia, Abi, nell'usuale tecnica di nascondere la polvere sotto il tappeto, profetizzando sciagure economiche.

Il ministro dell'Economia Padoan, ha narrato per decine di volte dal febbraio 2014, la stanca litania del sistema bancario solido, le cui principali dichiarazioni sono così riassunte e sintetizzate:

  1. 14 luglio 2014, al termine dell'Ecofin di Bruxelles: “Il sistema bancario italiano rimane solido. Anche in altri sistemi bancari percepiti come più solidi, forse erroneamente così, ci sono elementi di criticità”. “I risparmiatori saranno tutelati”;
  2. 31 ottobre 2014,Giornata del Risparmio: “Le famiglie italiane sono tra le meno indebitate in Europa e possono fare affidamento su un sistema bancario che ha dimostrato di essere solido e privo di rischi per i depositanti“. “La solidità del nostro sistema bancario, la sua piena funzionalità ed efficienza nel più ampio contesto europeo sono elementi chiave ai fini della tutela del risparmio”;
  3. “Padoan: sistema banche solido e resiliente durante crisi, comunicazione poco accorta vigilanza Bce”; gennaio 2016 In conferenza stampa al termine dei lavori del Wef. Malgrado le turbolenze, il sistema bancario italiano è solido, va avanti e non a caso viene considerato uno dei più affidabili e attraenti dove investire. Non c'è un rischio sistemico: le banche italiane sono molto più solide di quelle di altri Paesi;
  4. Pier Carlo Padoan: «(Si tratta solo di) pochi casi circoscritti: non c'è alcun rischio perché il sistema delle banche italiane è solido». Il controcanto di Ignazio Visco: «C'è da chiarire con molta forza che non c'è da affrontare la questione delle banche italiane come problema di sistema, piuttosto come un problema di alcune banche». 24 luglio 2016;
  5. In Audizione alle Commissioni congiunte Finanze Senato e Camera del 12 gennaio 2017, il ministro Padoan metteva la mano sul fuoco: “Le nostre banche, più che mai solide'.

Oggi entrando al vertice dell'Eurogruppo in Lussemburgo, perfino il ministro Padoan, che aveva cantato le lodi di un ‘sistema bancario solido', ha manifestato perplessità sulle nuove norme Bce, sia sui modi che sui contenuti della comunicazione messa in discussione dal SSM.

Maggior serietà e rigore, con una ventata di verità sulle sofferenze reali e sulla decantata solidità del sistema bancario italiano, aiuterebbe il Paese ad uscire dalla gravissima crisi, ancora in atto.