IL SISMA CENTRO-ITALIA: 12 INDAGATI POSSIBILITA' DI COSTITUIRSI PARTE CIVILE NEL PROCESSO PENALE

pubblicato il 14/09/2017 in Comunicati stampa

Il terremoto non è stato l’unico responsabile del crollo delle numerose palazzine ad Accumuli ed Amatrice nella notte del 24 agosto 2016.

Le indagine portate avanti per mesi sui crolli del terremoto di un anno fa ha condotto la Procura della Repubblica di Rieti a disporre 12 rinvii a giudizio: sette per crollo del campanile di Accumoli e cinque per quello delle due palazzine di edilizia popolare di piazza Sagnotti ad Amatrice.

 “Da una parte c’è la forza della natura, dall’altra l’incuria umana” così il procuratore capo di Rieti, Giuseppe Saieva. Dalle indagini della Procura sarebbero infatti emerso “l’uso di materiali scadenti e tecniche costruttive inadeguate – spiega ancora Saieva – costruzioni fatte in violazione delle leggi antisismiche e vincoli idrogeologici, che sono quelli che contano ai fini della sicurezza”.

Aderisci all'iniziativa inviando una mail ad  adusebf.utenti@gmail.com con oggetto "SISMA  CENTRO-ITALIA"

ISCRIVITI AD ADUSBEF CLICCANDO QUI 

14/09/2017

Documento n.10056

Sostieni i consumatori, sostieni ADUSBEF!

Puoi sostenere ADUSBEF anche attraverso il 5 per 1000: in fase di dichiarazione, indica il codice fiscale 03638881007

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK